“Stanno picchiando Marco”. Oppure. “In via xxx stanno spacciando proprio adesso”. Basta un click e anche voi ragazzi ora potete aiutare una persona in difficoltà che sta subendo violenza e che potrebbe rimanere segnata da questa esperienza e, dall’altro lato,  aiutare anche chi la commette ad abbandonare questi atteggiamenti che a loro volta lo possono segnare e condizionare nella sua vita da adulto.

Ora esiste una App creata dalla Polizia di Stato, scaricabile gratuitamente dagli store on line sia per i sistemi Ios che Android, con la quale si può segnalare direttamente alla polizia episodi di bullismo o di spaccio. In tempo reale. E’ possibile inviare immagini, video oltre al testo che segnala il reato o la violenza.  Grazie alla “georeferenziazione” (la trasmissione automatica della località) la sala operativa della questura che riceve la segnalazione, individua subito dove sta avvenendo il fatto. Non solo. L’app consente anche di effettuare una chiamata di emergenza al 113 o 112.

Si può registrarsi ma le segnalazioni possono essere fatte anche in forma anonima. 

“Dall’inizio del 2018 abbiamo avuto 44 segnalazioni. Di queste 37 erano per spaccio, 3 per bullismo, 4 per maltrattamenti, e hanno portato a un arresto e due denunce”. Questi i primi risultati comunicati da Maria Josè Falcicchia, dirigente dell’Ufficio prevenzione generale di Milano. Nel video potete vedere esattamente come funziona l’App…

 

“Non vogliamo ragazzi eroi – ha proseguito Marco Minniti –  ma persone che pensano di fare del bene a loro stessi denunciando simili atti di violenza. Perché la felicità di ciascuno di voi – ha detto  ai ragazzi – non può essere mai determinata dalla infelicità di chi vi sta accanto”.

 

1 commento su “YouPol, anche tu puoi denunciare bulli e spacciatori”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *