nave veneziaVENEZIA -Vedere passare una nave lunga quasi trecento metri a a qualche decina di metri dalla riva deve fare veramente impressione. Il pensiero che magari per un inghippo qualsiasi la manovra possa essere sbagliata è naturale che ti venga.

Chi viaggia sulle navi l’avvicinamento un po’ azzardato lo chiama “inchino”. Come quello che ha provocato il disastro all’isola del Giglio. Ecco perchè l’altro giorno si sono seriamente preoccupati a Venezia quando una gigantesca nave da crociera è passata vicinissima a piazza San Marco. Chi l’ha vista passare in mezzo alla laguna ha detto che fosse a non più di 20 metri da Riva Sette Martiri, a pochi passi da Piazza S.Marco.  Un “inchino” che ha impressionato ripensando a quello che è successo all’isola del Giglio. On line si trova anche il video girato da chi ha assistito alla scena…

LA NAVE – La Carnival Sunshine, delle Carnival Cruise Lines, (oltre 102mila tonnellate di stazza, lunga 272 metri e larga 35 e alta 62), è una della grandi navi da crociera che quotidianamente in questa stagione partono o arrivano a Venezia.  

IL TESTIMONE – ”Ero seduto al bar a leggere, come faccio spesso – ha raccontato lo scrittore Roberto Ferrucci – quando ho visto la nave “scodare”: anziché passare al centro del canale ha sfiorato la riva, stringendo per di più pericolosamente un vaporetto. E’ stato impressionante”. ”Non è la prima volta che accade – denuncia Ferrucci – era successo con un’altra nave dieci giorni fa. Sicuramente il comandante ha preso male la manovra, anche se dietro a lui c’era il rimorchiatore. Dopo si è raddrizzata, ma ci ha fatto una certa impressione”.

LA REPLICA –  “La notizia è completamente falsa: la nave e’ passata a 72 metri dalla riva seguendo l’itinerario previsto e ben entro i limiti consentiti”, ha replicato la Carnival. Certo è che le immagini fanno davvero impressione…!!!

LA RICHIESTA – ”Si dia immediata attuazione al ”decreto rotte”, approvato nel marzo dello scorso anno dopo la tragedia della Costa Concordia, che avrebbe dovuto tenere a distanza (due miglia) le navi superiori alle 500 tonnellate dalle aree piu’ pregiate del nostro Paese – dichiarano Sebastiano Venneri, responsabile Mare di Legambiente e Luigi Lazzaro, presidente di Legambiente Veneto – Come dimostra questo episodio, in realta’ le navi continuano tranquillamente a passare nel canale di San Marco per offrire ai turisti l’emozione di toccare il campanile piu’ famoso del mondo. Chiediamo che si superi questa fase di stallo e si dia piena attuazione al decreto, individuando un’alternativa che garantisca davvero la salvaguardia dell’ecosistema lagunare”.

0 commenti su “Venezia, nave "sfiora" il molo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *