Un’altalena per “rompere” il muro tra Usa e Messico

Home » Un’altalena per “rompere” il muro tra Usa e Messico

Un muro divide gli Stati Uniti dal Messico? Una coppia di professori di architettura americani ha pensato così di collegare i due paesi: tre altalene rosa che attraversano il confine. Così possono giocare insieme bambini e adulti, insieme. Il progetto si chiama Teeter totter wall.  Ha preso il via nel 2009 con i primi disegni ma solo in questi giorni è stato realizzato. Ed è stato un successo!

“Le azioni che si svolgono da una parte hanno una diretta conseguenza con dall’altra”, scrive sul suo profilo Instagram Ronald Rael che con Virginia San Fratello ha realizzato l’opera. “La gioia che è stata condivisa questo giorno da entrambe le parti è qualcosa che mi rimarrà per sempre”.

Il muro.

La divisione tra Stati Uniti d’America e Messico, detta anche muro messicano o muro di Tijuana, è una barriera di sicurezza costruita dagli Stati Uniti lungo la frontiera al confine con il Messico, dove viene chiamato  Muro della vergogna. Il suo obiettivo? Impedire ai messicani di oltrepassare il confine statunitense illegalmente.

La storia

La sua costruzione ha avuto inizio nel 1990 durante la presidenza George H. W. Bush. Il primo tratto, di 14 miglia (23 km), fu completato nel 1993. Nel 1994 durante la presidenza Clinton la barriera fu sviluppata ulteriormente e fu aggiunti i poliziotti al confine.

La barriera è fatta di metallo sagomato, alta dai due ai quattro metri, e si snoda per chilometri lungo la frontiera tra Tijuana e San Diego. Il muro è dotato di illuminazione ad altissima intensità, di una rete di sensori elettronici e di strumentazione per la visione notturna, connessi via radio alla polizia di frontiera statunitense, oltre ad un sistema di vigilanza permanente effettuato con veicoli ed elicotteri armati. Altri tratti di barriera si trovano in Arizona, Nuovo Messico e Texas.

Il confine tra Stati Uniti d’America e Messico, lungo 3.140 km, attraversa territori di diversa conformazione, aree urbane e desertiche.

Il nuovo progetto

Ultimamente il presidente Trump ha proposta di rafforzare ulteriormente la divisione. Il progetto, ritenuto da molti esperti inutile, riguarda la costruzione di una barriera di cemento lungo il confine che separa Messico e Stati Uniti della lunghezza di circa 3100 chilometri e alta almeno 12 metri. Per la sua realizzazione è stato stimato l’utilizzo di circa 19 milioni di tonnellate di cemento.

Le altalene rosa

E guardate come si sono divertiti americani e messicani!!
(Le foto dal profilo Instagram di Ronald Rael ed eccolo mentre si diverte anche lui…) Muro Usa-Messico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su