Ecco la manovra salva-Italia: sai a cosa servono le tasse?

Home » Ecco la manovra salva-Italia: sai a cosa servono le tasse?

perché se ne parla

Lo hanno chiamato il decreto salva-Italia e si tratta della manovra che dovrebbe servire a mettere un po’ a posto i conti del nostro paese! Con questo provvedimento lo Stato incasserà circa 30 miliardi di euro: 12 arriveranno dai tagli che saranno fatti alla spesa pubblica: lo Stato insomma spenderà meno. Gli altri 18 invece arriveranno da nuove tasse che tutti noi dovremmo andare a pagare.


Cosa sono le tasse

– Secondo la nostra Carta Costituzionale l’articolo 53 così recita “ Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva . Il sistema tributario è informato a criteri di progressività.”
Pagare le tasse è quindi un dovere e un obbligo di tutti i cittadini.

Ma a cosa servono le tasse?

Servono per fornire ai cittadini tutti quei servizi di un moderno stato che voglia definirsi sociale, quali scuole pubbliche, università ospedali, assistenza sanitaria in genere e assistenza sociale; servono per costruire strade, ponti, reti ferroviarie, per facilitare i trasporti e gli spostamenti in genere. Tutto ciò che è pubblico viene creato e sostenuto con le tasse che ogni cittadino paga allo Stato. 

Quindi quando diciamo che qualcosa appartiene allo Stato in realtà appartiene a tutta la comunità, cioè a tutti noi per questo che dobbiamo averne cura e rispetto. La scuola che frequenti è stata costruita con le tasse che ciascuno di noi ha pagato allo Stato. Se non pagassimo le tasse lo stato non avrebbe soldi per fare scuole o ospedali e noi dove andremmo ad istruirci? Dove andremmo a farci curare ? Lo potrebbero fare solo le persone molto ricche, e gli altri?
Lo Stato invece, il cui compito è assicurare una vita dignitosa al più grande numero di persone possibile, interviene creando un gran numero di pubblici servizi.

Evadere le tasse, cioè non pagarle è quindi un grave reato e con questo noi rechiamo un grave danno all’intera comunità di cui anche noi siamo parte. E quindi anche a noi stessi…

Ma che significa “Il sistema tributario è informato ai criteri di progressività”?

Sappi che un sistema tributario , cioè di prelievo fiscale, può essere improntato a criteri di:
1 – Proporzionalità: in tal caso il prelievo fiscale si effettua applicando la stessa aliquota in termini percentuali a tutti i redditi grandi o piccoli. Questo significa che tanto che uno guadagni 1.000 Euro al mese o 10.000 Euro  pagherà la stessa percentuale di tasse. Questo non significa che pagherà gli stessi soldi: il 10 per cento di mille non darà lo stesso risultato del 10 per cento di 10 mila (prova a fare il conto….!!!)
2 – Progressività: in questo caso il prelievo fiscale si effettua applicando aliquote via via maggiori all’aumentare dei redditi cioè dei guadagni di ciascuno, e sempre minori al diminuire degli stessi. Questo significa che ai redditi più alti vengono applicate percentuali di tasse da pagare più alte.
La Nostra Costituzione ha scelto il secondo sistema (adottato peraltro in tutti i moderni ordinamenti) perche risponde ad un criteri di maggiore giustizia sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su