Stanotte c’è la Superluna rosa… ma non è rosa

superluna
La Superluna oggi sul sito della @Nasa

Pronti ad alzare gli occhi al cielo per guardare la SuperLuna? Nella notte tra il 26 e il 27 arile alle 5,30 in cielo ci sarà la  «Superluna rosa»,  sarà la seconda luna piena più grande del 2021. Ma non importa buttarsi giù da letto così presto!! La Luna resterà Super fino a mercoledì 28 aprile mattina. Avete tutto il tempo di guardarla e scattare una bella foto.

La Superluna rosa ma non è … rosa!

Sarà grande ma non sarà rosa. E allora perché la chiamano così? Come spiega sul sito la Nasa l’aggettivo  è stato dato e tramandato  dalle tribù dai nativi americani e deriva dal nome del fiore di campo muschio rosa detto anche «Phlox subulata», uno dei primi fiori che sboccia all’inizio della primavera ed è originario del Nord America.

Una Luna gigante

Ma, vista la vicinanza con la Terra e la fase in cui si trova, sembrerà significativamente più grande del solito. Il corpo celeste si trova infatti al perigeo, (cioè il punto della sua orbita più vicino  al nostro pianeta), e allo stesso tempo si avrà una luna piena.

Secondo la Nasa la Superluna può essere fino al 14 per cento più grande e fino al 30 per cento più luminosa rispetto alle osservazioni ordinarie. La più vicina superluna nella memoria recente si è verificata il 14 novembre 2016, che era a una distanza di «soli» 356.508 chilometri dalla Terra, a fronte dei 382.900 chilometri medi che separano i due corpi celesti.

Non è un caso eccezionale

Nonostante le sempre affascinanti caratteristiche del nostro satellite naturale, quello della Superluna rappresenta un fenomeno piuttosto frequente dal punto di vista astronomico. Ogni anno si possono ammirare infatti dalle 4 alle 6 superlune. Ma gli occhi puntati sul cosmo potranno osservare anche altre meraviglie, come ricorda la Nasa.

Dopo l’avvistamento di Marte a 38 gradi sopra l’orizzonte occidentale, infatti, anche Venere e Mercurio potrebbero rendersi visibili stasera durante il crepuscolo circa 30 minuti dopo il tramonto. La stella Regulus apparirà circa 63 gradi sopra l’orizzonte meridionale, mentre Sirius, la più luminosa degli astri nel cielo notturno, si mostrerà 16 gradi sopra l’orizzonte Sud-Occidentale.


Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su