Scrivi le tue emozioni e l'interrogazione sarà un successo

Home » Scrivi le tue emozioni e l'interrogazione sarà un successo

MILANO – Hai studiato tanto ma all’interrogazione una miscela di paura, timidezza timore di essere giudicato ti ha giocato un brutto scherzo? Succede a tanti studenti. Così due psicologi dell’Università di Chicago, Sian Beilock e Gerardo Ramirez, si sono messi a studiare un sistema per superare questo problema. Il risultato è stato pubblicato su una tra le più importanti riviste scientifiche, Science. E’ un semplice trucco che chiunque può provare a verificare: dieci minuti prima di affrontare l’interrogazione o il compito che ci mette in agitazione bisogna scrivere su un foglio tutte le nostre le emozioni. Secondo lo studio dei due psicologi basterebbe questo per sgomberare la mente dalla paura e aiuterebbe a concentrasi meglio.
Perché? I due scienziati ritengono che ci sia una spiegazione biologica.
Studi precedenti, infatti, hanno mostrato che l’ansia compromette quella che gli scienziati chiamano “la memoria procedurale”, che ha sede nella corteccia prefrontale e che normalmente utilizziamo quando dobbiamo svolgere compiti che prevedono l’elaborazione di informazioni acquisite.Lo stress, insomma, toglierebbe energie al cervello, innescando anche un circolo vizioso in virtù del quale più ci si preoccupa e più alte sono le probabilità di fallire. La scrittura, interessando anch’essa circuiti della corteccia prefrontale, interrompe questo meccanismo e riporta la calma necessaria a far funzionare al meglio la memoria.
Sarà vero? Beh, tentare non farà sicuramente male.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su