Pescatori trovano un tesoro nel ventre della balena

Un vero e proprio colpo di fortuna per un gruppo di pescatori dello Yemen che hanno trovano 1,5 milioni di dollari di ambra grigia nel ventre di un capodoglio. Lo riporta la Bbc. La carcassa del mammifero marino stava galleggiando nel golfo di Aden quando una piccola imbarcazione, con a bordo 35 pescatori del villaggio di al-Khaisah e sfollati da Hodeidah, l’ha notata e arpionata per portarla a riva.

Oro galleggiante

Gli stessi pescatori di Hodeidah hanno riconosciuto che si trattava di un capodoglio, nel cui ventre si forma la rara e preziosa sostanza detta anche «oro galleggiante» o «tesoro del mare» utilizzata nell’industria dei profumi.

Non riuscendo a trascinare l’animale a riva da soli hanno chiesto aiuto ad altre nove barche. Alla fine più di 100 pescatori hanno partecipato al trasporto della balena sulla costa.

anbra grigia

Milionari per caso

Per evitare controversie, gli uomini hanno concordato una percentuale a testa prima di vendere l’ambra grigia ad un totale di 1,3 miliardi di rial yemeniti, circa 1,5 milioni di dollari. «Siamo tutti poveri, noi ci saremmo mai aspettati di avere una cifra del genere. È incredibile», ha raccontato uno di loro.

I pescatori hanno anche donato una parte del ricavato ai più bisognosi del loro villaggio.

Cos’è l’ambra grigia

L’ambra grigia è una sostanza fortemente odorosa prodotta dall’intestino dei capodogli ed è utilizzata per la realizzazione di profumi.

In passato era bruciata come incenso, perché sprigionava un odore gradevole ed ebbe fama di potente afrodisiaco. Viene citata tra i prodotti della caccia alle balene anche nel Moby Dick di Herman Melville e nel Milione di Marco Polo. L’ambra grigia è molto rara, ricercata e preziosa.


Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su