In Francia vietato il burqa: ecco perche le donne musulmane portano il velo

Home » In Francia vietato il burqa: ecco perche le donne musulmane portano il velo

FRANCIA – La Francia è il primo paese di tutta l’Europa dove le donne  musulmane non potranno indossare il burqa per coprirsi il volto. La legge era stata approvata qualche tempo fa, l’11 ottobre del 2010, ma il Parlamento francese aveva dato tempo sei mesi prima di farla diventare operativa.

Si tratta di una legge che proibisce di indossare il velo islamico in tutti i luoghi pubblici: parchi, strade, giardini, bus. La motivazione per la quale la Francia ha dato il via libera a questa legge riguarda la sicurezza: in pubblico tutte le persone devono essere riconoscibili. E infatti nel divieto figurano anche maschere o caschi (a meno di non essere in moto).

In Francia vivono tra i 4 e i 6 milioni di musulmani, di questi sono almeno duemila le donne che portano abitualmente il velo. Da ora chi trasgredirà alla legge dovrà pagare una multa di 150 euro oppure frequentare un corso di educazione fisica. Non solo. Gli uomini che obbligheranno una donna a portare il velo rischiano un anno di prigione e 30mila euro di multa; la pena è raddoppiata nel caso in cui la persona sia una minorenne.


Perché portano il velo?
Il velo per la religione islamica indica
pudore e modestia, la donna deve mostrare il suo corpo e la sua bellezza solo al marito. 
In realtà anche nella religione cristiana esisteva un tempo l’obbligo del velo per coprire la capigliatura di una donna quando si andava in Chiesa, ma adesso tale obbligo resta solo nelle occasioni formali, per esempio se si viene presentate al Papa.

Tutti i tipi di velo
Abaya (Golfo Persico), nero, lungo dalla testa ai piedi, leggero, sovente indossato su jeans e camicie colorate, lascia completamente scoperto il volto, spesso truccato, ma quasi sempre solo dalle ragazze giovani.

Chador (foulard) (Iran): generalmente nero, indica sia un fazzoletto sulla testa, sia un mantello su tutto il corpo.
Niqab (Arabia Saudita): nero, ammanta l’intera figura, con una fessura all’altezza degli occhi.

Burqa (Afghanistan): per lo più azzurro, nasconde tutta la figura, con una griglia all’altezza degli occhi.

Haik (Tunisia e Algeria): bianco o nero, di cotone, copre dalla testa ai piedi, sovente anche il volto ma solamente per le ragazze giovani e non per le persone anziane.

Hijab: fazzoletto ampio, di colori diversi, cela orecchie, nuca e capelli. È quello che noi possiamo vedere più spesso. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su