In Cina un branco di 15 elefanti erranti avanza sulle città

Un branco di 15 elefanti fuggito da una riserva naturale sta causando problemi e numerosi danni nella Cina sud-orientale. Le autorità cinesi sono al lavoro per proteggere la città di Kunming, un’area densamente popolata con oltre 8 milioni di abitanti, dove potrebbero causare ulteriori danni e costituire un pericolo per la popolazione.

In fuga dalla riserva naturale

La marcia dei 15 elefanti era iniziata lo scorso aprile con la loro partenza da una riserva naturale nella prefettura autonoma Dai di Xishuangbanna, una suddivisione amministrativa nella provincia dello Yunnan. Da allora, il branco ha percorso 500 chilometri danneggiando numerose coltivazioni, con danni stimati intorno al milione di euro. Non è chiaro perché gli elefanti abbiano lasciato la riserva, ma un’ipotesi è che la matriarca del gruppo non sia molto esperta e abbia di conseguenza portato il suo gruppo a vagare tra le province cinesi.

Struttura matriarcale

Gli elefanti hanno strutture sociali piuttosto complesse, organizzate in gruppi di femmine con una stretta parentela e che fanno riferimento a una matriarca. Il gruppo principale è di solito seguito da gruppi più piccoli di maschi, che nel periodo degli accoppiamenti combattono tra loro per determinare una gerarchia interna. Stando alle informazioni fornite dai media cinesi, il branco è formato da sei femmine e tre maschi adulti e da sei esemplari più giovani. Le autorità finora hanno preferito non interferire più di tanto, ma hanno seguito gli spostamenti degli elefanti impiegando circa 360 persone, oltre 80 mezzi di trasporto e una decina di droni.

Sotto protezione

Nonostante gli sforzi, la scorsa settimana gli elefanti erano riusciti a entrare nella città di Eshan. Qui era stato chiesto agli abitanti di rimanere in casa per evitare rischi. Non ci sono state notizie di feriti, ma è stato segnalato qualche danno. Gli elefanti asiatici sono posti sotto la protezione statale di livello A in Cina e sono stanziati principalmente nello Yunnan. Grazie a tale tutela, la popolazione di pachidermi nella provincia è cresciuta raggiungendo circa i 300 esemplari, dai 193 censiti negli anni ’80.


Leggi anche 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su