Il Principe, Biancaneve e il bacio “rubato”

Biancaneve e il bacioLa notizia è questa. Disneyland il parco divertimenti di Anaheim, città della California, appena riaperto dopo un anno di chiusura per il Covid, ha cambiato alcune sue attrazioni e tra queste anche quella dedicata a Biancaneve, dal titolo «Snow Whitès Scary Adventure», ribattezzata «Snow Whitès Enchanted Wish», cioè (traduciamo) «il desiderio incantato di Biancaneve» (la vedete nella foto).

Ma succede che due giornaliste,  Katie Dowd e Julie Tremaine, del sito Sfgate.com, il San Francisco Gate, il primo maggio visitano la giostra e davanti al finale del principe che dà il bacio a Biancaneve per svegliarla dal suo sonno incantato si domandano se sia opportuno nel 2021 chiudere la storia con quel bacio a cui lei non ha dato il consenso.

«Le dà un bacio senza il suo consenso – scrivono – mentre lei dorme. Non può essere vero amore se soltanto uno dei due è consapevole di quello che sta accadendo». Le due commentatrici pongono un quesito: «Non siamo tutti d’accordo che insegnare ai bambini che baciarsi, quando uno dei due non è consapevole, non va bene?»

Ok ragazzi. Questi sono i fatti. Adesso si è scatenato un grande dibattito.

C’è chi è d’accordo con le due giornaliste e chi parla di  rimozione della scena. Il bacio, dicono, per essere magico deve avere il consenso di entrambi.

Altri che invece pensano che stiano davvero esagerando. Si tratta di una favola e non di realtà. Allora anche la strega non potrebbe andare in giro a distribuire mele avvelenate…

Quello che sicuramente è esagerato è lo spazio e l’enfasi che è stata data a questa notizia. Le due giornaliste hanno scritto una loro opinione ma solo e soltanto su come il parco divertimenti poteva studiare il finale del gioco.

«È difficile capire – scrivono – perché la Disneyland del 2021 scelga di aggiungere una scena con idee così antiquate su ciò che un uomo è autorizzato a fare a una donna. Perché non reimmaginare un finale in linea con lo spirito del film…»

«Tuttavia, – concludono – con le luci scintillanti tutt’intorno e gli splendidi effetti speciali, quella scena finale è eseguita magnificamente, a patto che la guardi come una fiaba, non come una lezione di vita».

Insomma non hanno chiesto alla Disney di cambiare il finale della storia. È un po’ diverso, non vi pare? Insomma la notizia, ripresa e ripresa e ripresa da tutti i giornali, si è gonfiata sempre di più, come spesso purtroppo accade. Come nel gioco dove si dice una parola nell’orecchio di una  persona e a catena ognuno ripete quello che ha capito all’altro, finchè alla fine si scopre che la parola è diventata un’altra.

Quindi sicuramente questa storia ci insegna due cose, anzi no 4 cose:

1 – sicuramente (e su questo non ci sono dubbi) i baci quelli veri hanno bisogno di due persone ben sveglie che vogliono entrambe baciarsi

2 – che i film della Disney sono sempre belli!

3 – che è una notizia grandiosa la riapertura del parco in California dopo tutti questi mesi di pandemia

 4 – che bisogna sempre andare alla fonte della notizia per farsi un’idea delle cose.


Leggi anche 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su