Il virus? Lo scovi con il lecca lecca

Sono come un lecca. Basta una leccatina di un minuto e mezzo e dopo 24 ore si sa con esattezza se si ha il virus. Anche se ancora ci sentiamo benissimo, se non abbiamo tosse o febbre perché siamo appena stati contagiati, oppure se siamo solo «portatori». Sono i test salivari molecolari  e in Lombardia, a partire da maggio come ha annunciato il presidente della Regione, Attilio Fontana, saranno disponibili per tutti gli studenti di tutte le scuole. Ma che cosa sono? Ecco tutto quello che c’ da sapere sui test salivari molecolari spiegati ai ragazzi

Che cosa sono i test salivari molecolari

I test salivari molecolari sono come dei lecca lecca di cotone che rilevano la carica virale nella saliva. Attenzione!!! In circolazione ci sono già dei test salivari che molti di voi avranno già fatto: ma si tratta di salivari antigenici che sono tutta un’altra cosa. Che confusione…!

Ci siamo fatti spiegare la differenza da Valentina Massa, una delle bravissime ricercatrici dell’Università Statale di Milano che ha studiate e messo a punto con altre colleghe proprio questo rivoluzionario test salivare molecolare. Valentina con Elisa Borghi, Daniela Carmagnola e Claudia Dellavia oltre ad essere delle qualificate studiose sono anche 4 mamme che in tutto hanno… 11 figli! Quindi sanno usare le parole giuste con i ragazzi.

Test molecolari e antigenici: che differenza c’è?

«Fare i test è come lanciare una rete per pescare dei pesci: la rete del test molecolare è molto fitta, quella dell’antigenico  ha le maglie molto più larghe: quindi tirano su… pesci diversi.
La rete-molecolare riesce a pescare anche i pesci più piccoli e per questo è più affidabile!»

Non sfugge niente…

«La rete-antigenica potrebbe lasciarsi scappare alcuni pesci che passano attraverso le maglie. Se il Covid è proprio  in quei pesciolini più  piccoli potrebbe non essere rintracciato».

I falsi positivi e negativi

Il test salivare antigenico non è così sicuro e infatti ci sono spesso i cosiddetti falsi  negativi e i falsi positivi.

I falsi negativi sono persone che hanno fatto il test con risultato: negativo. L’esito del test dice: stai tranquiiilloooo non hai il virus. Invece è un falso! Con quella rete a maglia larga di quel birbone dell’antigenico non è stato pescato quel pesciolino piccolo piccolo col Covid che è sfuggito! 

I falsi positivi sono invece quelle persone che hanno fatto il test con risultato: positivo. E che penseranno «Accidenti ho il virus…». Invece è un  falso! Questa volta per spiegarlo Valentina non usa le reti e i pesci. «Ma immaginate invece come se fosse un meccanismo di chiave e serratura che si illumina se si apre la porta. Tutti abbiamo provato che le chiavi e le serrature non sempre funzionano benissimo… e le porte si aprono anche con chiavi non perfette

«Con il test salivare molecolare invece è come se tu mettessi dei tag, sai le parole con l’hashtag usate su internet? Con quei tag riconoscono solo il Covid e se c’ è non può sfuggire…» Infatti è valido tanto quanto il tampone naso-faringeo, cioè quello che si fa nel naso. Ma quello salivare è molto meno meno fastidioso. 

Tutto chiaro? Vuoi saperne di più?

I test salivari spiegati ai ragazzi (più grandi)

I test salivari molecolari cercano nella saliva della bocca frammenti del materiale genetico (Rna) di cui è composto il virus. In pratica pezzettini microscopici di virus. Per questo sono affidabili al 98%.

I test salivari antigenici cercano, sempre nella saliva della bocca, altri frammenti, le proteine che rivelano il passaggio del virus.

Nelle cellule dell’uomo infatti il  Dna contiene l’informazione che per essere usata deve essere trascritta in Rna e poi tradotta in proteine. Questo virus, il Covid,  porta dentro le cellule l’Rna ma sfrutta le macchine del nostro corpo per fare le proteine che gli servono.

Quindi

«Tutte le tecniche che vanno a cercare l’Rna sono più lunghe ma anche più  precise. L’Rna infatti è poco stabile, non gli piace il caldo e e neppure il freddo, ha bisogno di strumenti complessi e sofisticati per essere individuato. Rintracciare le proteine è più facile ma si sbaglia di più».

Ecco perchè i test molecolari sono moooolto più affidabili degli antigenici.


Leggi anche 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su