Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Greenpeace International (@greenpeace) in data:

 

 

Concerto con strumenti di ghiaccio a -12 gradi al Polo Nord. I musicisti hanno suonato un’opera composta per l’occasione “Ocean Memories”.

L’iniziativa di Greenpeace

Con questo concerto glaciale l’associazione non governativa ambientalista ha voluto attirare l’attenzione sull’importanza  degli oceani. A ritmo di carillon, clacson, percussioni di ghiaccio e violoncello il messaggio tra le note era chiaro: bisogna proteggere  almeno il 30% degli oceani a livello globale entro il 2030. L’esibizione è stata registrata il 2 maggio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *