Felix, il bambino che ha piantato un milione di alberi

Home » Felix, il bambino che ha piantato un milione di alberi

felixMILANO -Lo slogan è molto semplice “Stop talking, start planting”, cioè basta parlare cominciamo a piantare. A pronunciarla un bambino come voi, Felix Finkbeiner che oggi ha 13 anni ma ne aveva solo 9 quando decise che avrebbe piantato un milione di alberi in Germania. lo disse dopo avere ascoltato come tutti voi una lezione della maestra che parlava di fotosintesi clorofilliana, di disboscamento planetario, dei pericoli che corre l’ambiente.

Dal dire al fare – Così Felix tornò a casa e invece di attaccarsi ai videogiochi e dimenticare quello che aveva appena sentito cominciò a pensare a come poteva fare lui qualcosa. Tra il primo albero piantato nel cortile sotto la finestra della sua classe e il milionesimo albero piantato lo scorso maggio alla presenza di ministri e politici di 45  nazioni ci sono quattro anni in cui il piccolo Felix ha trasformato un progetto scolastico in una organizzazione mondiale dal nome Plant for the Planet presente in 131 nazioni che pianta 30 alberi ogni ora!

I bambini danno lezione agli adulti – Ad aiutarlo altri 23 bambini tutti della sua stessa età che vanno in giro per il mondo a raccontare la loro semplice ma grandiosa idea. “Siamo tutti cittadini del mondo”. Alle Nazioni Unite Felix che sa essere molto convincente ha detto: “Noi bambini ci sentiamo davvero traditi. Dopo tutto quello che si è detto e fatto a Copenhagen nella conferenza Onu sul clima, alla fine cosa si è ottenuto veramente? Non abbiamo ancora fiducia negli adulti. Così abbiamo deciso di iniziare da soli a cambiare le cose!”.E poi ancora: “La percezione del futuro per la maggior parte degli adulti futuro significa 20, 30 o 40 anni. Ma per noi ragazzi il 2100 si colloca ancora all’interno del nostro orizzonte di vita. Per gli adulti si tratta di una questione accademica, se il livello del mare salirà di 1,2,3, o 7 centimetri entro la fine di questo secolo. Ma per noi ragazzi si tratta di una questione di sopravvivenza”.

Ed ha concluso con queste parole rivolte a tutti i ragazzi del mondo (e dunque anche a te proprio a te che ora stai leggendo!

“Per finire, vorrei lanciare un messaggio a tutti i ragazzi del mondo: noi ragazzi rappresentiamo la maggioranza della popolazione mondiale. Possiamo quindi cambiare qualcosa. E non dimenticatelo mai: una zanzara da sola non può scagliarsi contro un rinoceronte, ma migliaia di zanzare posso costringere un rinoceronte a cambiare direzione”.

Il programma –  Tre i punti principali indicati dal piccolo Felix:

1 – Eliminare tutto ciò che emette Co2, anidride carbonica

2- Chiunque supera l’emissione di una tonnellata e mezzo di carbonio dovrà pagare per l’eccesso a chi non ne produce

3 – Riforestazione. L’obiettivo è piantare un trilione di alberi in 10 anni.

L’esempio c’è: un milione di alberi a bambino per ogni paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su