Fase 3 via al mare! Cosa non si può ancora fare?

È scattata l’ora X: dal 3 giugno si può saltare in macchina, in treno e anche in aereo per andare in qualsiasi regione di Italia. Niente più limiti. Ma ancora delle regole. Si può uscire dalla propria regione senza bisogna di avere alcun modulo. Fino ad oggi si poteva lasciare la propria regione solo per motivi di lavoro o di necessità. Da oggi si può andare al mare a prendere il sole, a fare un passeggiata in montagna o salutare finalmente i nonni che abitano lontano. Ma nella Fase 3 ancora non si può fare  tutto tutto. 

Ecco cosa non si può ancora fare in questa Fase 3

  • ancora niente baci e abbracci con le persone che non vivono in casa con noi. Bisogna rispettare il metro di distanza che diventano due quando si fa sport e indossare la mascherina soprattutto quando non è possibile rispettare la distanza: sui mezzi pubblici per esempio o nei negozi dove bisogna anche avere i guanti.
  • In alcuni posti, come i supermercati o i ristoranti o prima di salire su un treno ci chiederanno di misurare la temperatura: se il termometro sale sopra i 37,5 per esempio non si potrà salire sul treno.
  • alcune regioni hanno imposto qualche controllo in più: per esempio se andate in vacanza in Puglia o in Sardegna  i vostri genitori dovranno registrarsi.
  • Non si possono fare grandi feste: gli “assembramenti” restano vietati

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su