Costruisci le mangiatoie per aiutare gli uccelli a trovare cibo e cambattere il freddo invernale di questi giorni
Il modo migliore  è allestire una mangiatoia sul balcone, in giardino o nel terreno scolastico. Le dimensioni per quella classica sono di 20-30 x 30-45 centimetri, più il tetto che deve sporgere leggermente per ogni lato. Sul piano occorre predisporre un bordo esterno perché il vento non sparpagli il cibo, con dei piccoli spazi negli angoli per facilitare la pulizia periodica. Si consiglia di smaltare la tavola con vernice impermeabile, per essere più resistente alla pioggia.

Mangiatoie “fai da te” Mangiatoie già pronte possono essere ordinate sul sito www.lipu.it . Altrimenti si può costruire una mangiatoia artigianale, sfruttando materiali riciclati quali un cartone del latte, una bottiglia di plastica, oppure una reticella da riempire con arachidi non salate e frutta secca.

Istruzioni della Lipu per una mangiatoia perfetta 
• una siepe folta o arbusti posti entro 3-4 metri dalla mangiatoia offrono sicurezza ai piccoli uccelli.
• non lasciare cibo per terra di notte, per non attirare topi e ratti.
• se ci sono dei piccioni troppo invadenti, circondare la mangiatoia con una rete rigida a maglie di 5 x 5 cm.
• attenzione ai gatti! In questi casi, occorre una mangiatoia appesa ad un albero oppure fissata in cima a un palo di ferro zincato di 1,5 metri di altezza.
• ricordare che i vetri sono pericolosi per gli uccelli, perché possono andare a sbatterci; per questo la mangiatoia va messa a decine di metri dalle finestre, oppure entro un metro dalle stesse.
• pulire regolarmente la mangiatoia, evitando condizioni igieniche precarie, rimuovendo i residui che si possono avariare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *