Cos’è il “MiTE” (spiegato semplice)

il Mite spiegato semplice

La parola che potete (anzi dovreste) imparare oggi è MiTE.  E che ci sarà mai da imparare? Mite, significa paziente, calmo… Avete in mente una persona mite?

Ecco, da oggi MiTE, scritto così, con la i piccola e le altre lettere maiuscole, significa un’altra cosa. È il nome di un nuovo ministero del governo Draghi. Ve lo raccontiamo perché è un ministero che non c’era e ora è stato “inventato” proprio pensando a voi, al vostro futuro e a quello del nostro pianeta.

Cos’è il MiTE

Il MiTE è il Ministero di Transizione Ecologica (con la parole evidenziate così, capite meglio da dove viene il nome MiTE…). E che cosa farà? Si occuperà di ambiente, della valorizzazione e della protezione del nostro bellissimo paese  (e infatti non ci sarà più il ministero dell’Ambiente) ma anche di tutto quello che serve per rendere più pulito il nostro pianeta grazie alla tecnologia e soprattutto all’uso dell’energia. Quindi si occuperà ad esempio della mobilità green, del cambiamento climatico, dell’inquinamento…

Il ministro si chiama  Roberto Cingolani e come ha detto lui proprio oggi che è stato istituito formalmente, si occuperà della «politica energetica, delle emissioni, lo sviluppo sostenibile, la mobilità green, le politiche di contrasto ai cambiamenti climatici. Senza dimenticare la mission storica del ministero: la valorizzazione dell’ambiente, del territorio e dell’ecosistema, la conservazione delle aree naturali protette e della biodiversità, l’economia circolare, le bonifiche, la difesa del territorio e la lotta ai danni ambientali. È una sfida imponente, e tutto il Governo è impegnato a lavorare per portarla a termine. Abbiamo davanti a noi poco tempo per vincerla, ce lo dicono i dati scientifici sui cambiamenti climatici».

La parole sono importanti

Ecco cosa ha detto anche il ministro Roberto Cingolani

«Voglio porre l’accento sul nuovo acronimo del ministero: Mite. La mitezza è la virtù perduta che va recuperata e che indica il modo in cui intendiamo operare: puntare sulla forza degli argomenti e sulla consapevolezza della sfida ambientale e sociale, confrontandosi con grande apertura, avendo a cuore le future generazion

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su