Copiare, furbata o imbroglio?

Home » Copiare, furbata o imbroglio?

MILANO – Alzi la mano chi non ha mai dato una sbirciatina al compito del compagno di banco? Beh sappiate che siete in buona compagnia. Due studenti su tre ammettono di avere copiato “spesso” o “qualche volta”. Più i maschi (69,2 per cento) che le femmine (59,8%). E la materia più copiata è matematica!!

Ovviamente la sbirciatina è più frequente tra chi è più scarso che non tra coloro che vanno bene a scuola.
Nell’identikit del “copione” gli studenti dell’istituto tecnico agrario risultano in testa: lo confessa il 45,1 per cento rispetto all’11,1 per cento di rei confessi al liceo classico.

C’è poi un 12, 8 per cento al liceo artistico che dice di non copiare mai ma i ricercatori fanno notare che gli studenti sono così virtuosi perché è praticamente impossibile copiare un disegno o una tavola!

Copiare è una tentazione che non passa mai di moda.

E il senso di colpa sarebbe messo a tacere dalla gioia di avercela fatta: 38 per cento!! Uno su quattro infatti non nasconde la sua soddisfazione per la furbizia dimostrata. D’altronde, fa notare con i suoi dati il sociologo solo il 24,4 per cento dei professori ritiene che copiare il compito sia molto condannabile. Per il 77 per cento c’è il perdono… E ilvizietto si impara da piccoli. Già alle elementari solo il 25 per cento, cioè uno studente su quattro ammette candidamente di non avere mai copiato.

I dati che hanno richiesto una ricerca di anni e complicati incroci sono diventati un libro “Ragazzi, si copia” del sociologo Marcello Dei (ed. Il Mulino)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su