Questione di feeeeling!!! La fiducia del Parlamento al Governo

parlamento

di Gianna Fusi

Il nuovo governo  ha già ottenuto la fiducia in entrambe le Camere (Camera del Senato e Camera dei Deputati, quando si parla di Parlamento dobbiamo intendere sempre, entrambe le Camere).

Perché è così importante per un Governo ottenere la fiducia, vale a dire il sostegno del Parlamento?

Il Governo può portare avanti la sua funzione governativa (esecutiva) infatti, solo predisponendo una serie di leggi cosiddette «formali» che andranno ad integrare leggi già esistenti oppure le abrogheranno, cioè le cancelleranno ritenendole non più valide, ma per fare questo occorrerà sempre l’intervento del Parlamento perché la funzione legislativa appartiene solo a questo organo che rappresenta tutto il popolo Italiano che lo ha eletto. Ecco come nasce una legge (spiegata ai ragazzi).

Come nasce una legge

In pratica, il Governo decide quale problema affrontare e come affrontarlo ma poi  deve chiedere alle Camere. La nascita di una legge prevede 3 fasi:

  1. introduttiva –

    Il Governo, una volta studiato il problema sul quale è necessario intervenire, predispone un disegno di legge. Si tratta di un progetto di legge, un abbozzo diviso comunque già in articoli, a loro volta divisi in “commi” , che altro non sono che i capoversi del testo normativo o di legge. È questa la prima fase di formazione di una legge che si definisce “introduttiva” (sappi però che l’ iniziativa di legge non appartiene solo al Governo, ma di questo ne parleremo un’altra volta…)

  2.  costitutiva –

     Si apre poi la seconda fase chiamata costitutiva che è l’approvazione da parte delle due Camere del disegno di legge presentato dal Governo. Il primo ramo del Parlamento, la camera dei Deputati, discuterà la legge articolo per articolo, potrà modificarlo in alcune sue parti, senza tuttavia stravolgerlo. Lo voterà articolo per articolo e infine si passerà alla votazione finale. Così procede anche il secondo ramo del Parlamento, il Senato.

  3.  fase integrativa dell’efficacia –

    Se la legge viene approvata da entrambe le Camere,  si apre la terza ed ultima fase. È chiamata «fase integrativa dell’efficacia» che consiste nella promulgazione e nella pubblicazione della legge stessa sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica. 

Da quanto detto si comprende facilmente quanto sia importante per un Governo avere l’appoggio e il sostegno di una larga parte del Parlamento. Tanto  più sarà ampia la maggioranza che sostiene il Governo tanto più il Governo potrà agire predisponendo quelle misura necessarie per esplicare al meglio la sua funzione esecutiva.

Curiosità: la legge in vacanza!

Sai che la legge entra in vigore, cioè diventa davvero operativa 15 giorni esatti esatti dopo la sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale (non confondiamo con quella dello Sport!!!) Questo periodo si chiama Vacatio legis una locuzione latina che sta per «mancanza di legge».   15 giorni sarebbe il tempo necessario per far sì che tutti conoscano le nuove norme. Dopo di che nessuno potrà dire: «Io non lo sapevo!». Esiste infatti un’altra frase presa in prestito dagli antichi romani e arrivata (pensate un po’) fino a noi. Ignorantia legis non excusat ossia «L’ignoranza (nel senso proprio di ignorare cioè non-conoscere) della legge non scusa».

Se clicchi qui vai sul sito del Governo per vedere tutto quello che sta facendo

Leggi anche

1 commento su “Questione di feeeeling!!! La fiducia del Parlamento al Governo”

  1. Pingback: Il Governo Draghi spiegato facile - Il Mio Primo Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su