Cari colleghi (giornalisti)… facciamola semplice!

Sembra ieri e sono già passati 10 anni da quando abbiamo iniziato l’avventura de Il Mio Primo Quotidiano. 

Il sito è rimasto totalmente gratuito, aperto a tutti, un «luogo» dove i ragazzi, le scuole, gli insegnanti, i genitori possono accedere liberamente.
I giornalisti che lavorano a questo progetto  lo fanno da sempre a titolo di volontariato! Ci sono tanti modi per rendersi utili agli altri: noi abbiamo scelto questo perché abbiamo creduto e continuiamo a credere nella necessità di un’informazione di qualità a misura di bambini.

Colleghi… facciamola semplice!

Adesso vorremmo chiedere a tutti i colleghi di partecipare a questa iniziativa.
Anche noi giornalisti, in questo difficile momento di pandemia, possiamo fare la nostra parte. Possiamo “regalare” un po’ delle nostre competenze a chi sta crescendo con grandissimo sforzo in questo periodo di difficoltà.

Ognuno di noi giornalisti è impegnato su temi di vario tipo per la propria redazione, che sia carta stampata o tv, e sarebbe bello se potesse ritagliare una pillola a misura di bambino da pubblicare su Il Mio Primo Quotidiano, come qualcuno già sta facendo.

Contro le fake news

Vorremmo allargare il network di giornalisti, disposti e disponibili a condividere questo nostro desiderio di offrire una bussola ai ragazzi spesso dispersi sul web e sballottati nel mare magnum delle fake news. Ne parliamo spesso: questa è un’occasione per dimostrare che possiamo fare la differenza.
Tutti noi, insieme, vogliamo offrire un luogo sicuro dove possono approdare anche i più piccoli, sapendo di poter trovare la stessa qualità che hanno i nostri media, ma con parole adatte a loro. Chiunque può aderire. Basta avere un po’ di buona volontà

Serena Coppetti e Carlo Piano

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su