Calcio, 110 anni fa la prima partita dell’Italia

L’Italia (del calcio) festeggia oggi i suoi 110 anni. Ha oltre un secolo ma sembra sempre una ragazzina… e non vediamo l’ora di vederla sgambettare di nuovo in campo! Il 15 maggio 1910 infatti debutta la Nazionale Italiana (eccola nel video della Figc).
In maglietta bianca (perché quella colorata sarebbe costata troppo…!) gli undici giocatori giocarono contro la Francia all’Arena Civica di Milano. E vinsero! Ben 6-2 davanti a 4mila spettatori.

Allenatore fu scelto Umberto Meazza, omonimo del più famoso Giuseppe che verrà molti anni dopo. I giocatori che scendono in campo sono: De Simoni (Us Milanese); Varisco (Us. Milanese), Calì (Andrea Doria); Trerè (Ausonia), Fossati (Inter), Capello (Torino); Debernardi (Torino), Rizzi (Ausonia), Cevenini I (Milan), Lana (Milan), Boiocchi (Us Milanese).

110 anni fa la prima Italia

Per la verità avrebbero dovuto giocare parecchi giocatori della Pro Vercelli, allora la più forte, ma era stata squalificata per tutto il 1910. Aveva mandato in campo contro l’Inter  per protesta una squadra di ragazzini tra gli 11 e i 15 anni. Il 15 maggio non furono convocati per la prima partita dell’Italia, esclusi dalla Nazionale, squalificati per tutto il 1910 e multati di 200 vecchie lire!


SAPETE COSA SONO LE QUATTRO STELLE SUL NUOVO LOGO DELLA NAZIONALE?

Le Coppe del Mondo vinte nel 1934, 1938, 1982 e 2006.

Che numeri la Nazionale!

 

  • Ha disputato oltre 800 partite totali (824), partecipando a 18 Fasi Finali dei Mondiali e 10 (compresa la prossima) degli Europei. Il suo palmares è composto da 4 Coppe del mondo, 1 Campionato Europeo, 1 Medaglia d’Oro e 2 Medaglie di bronzo alle Olimpiadi, oltre a 2 Coppe Internazionali, un precursore dell’Europeo in scena tra gli anni ’20 e ’50. L’Azzurro, simbolo della Nazionale italiana di calcio, in questi 110 anni è diventato anche il colore di tutte le Nazionali dello sport italiano.
  • 800 gli atleti che in questi 110 anni di vita hanno avuto il privilegio di indossare almeno una volta la divisa della Nazionale

Il presidente della Figc Gabriele Gravina ha detto

La Nazionale è patrimonio di tutti gli italiani; da 110 anni rappresenta un elemento di coesione sociale e un moltiplicatore di emozioni che non ha mai smesso di appassionare, nemmeno nei momenti più difficili della storia del nostro Paese. L’auspicio è rivedere presto in campo la Nazionale di Mancini, per continuare a scrivere nuove pagine di questo splendido racconto. Celebriamo il passato guardando con fiducia al futuro’.

Clicca qui per vedere il video di celebrazione della Figc per festeggiare i 110 anni .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su