Avete un "luogo del cuore"? Il Fai lo salverà

Home » Avete un "luogo del cuore"? Il Fai lo salverà

 

Parco_Villa_Gregoriana__Foto_Archivio_FAIMILANO – Ma che cos’è il Fai? La sigla significa Fondo per l’Ambiente Italiano. Si tratta di un’associazione fondata 35 anni fa da un gruppo di cittadini che avevano a cuore una cosa sola: il loro Paese, cioè l’Italia e le sue inestimabili ricchezze artistiche e paesaggistiche. Il Fai non aveva (e non ha) bisogno di guardare lontano per trovare ispirazione. (nella foto il Parco della Villa Gregoriana a Tivoli di proprietà del Fai)

Bellezze da proteggere  – Basta infatti leggere (e dovremmo farlo spesso tutti) l’articolo 9 della Costituzione italiana, che è poi la legge su cui si fonda la nostra nazione e da cui hanno origine tutte le altre leggi.

Ebbene, l’articolo 9 dice testualmente: “La Repubblica tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”. Cioè protegge le bellezze del nostro Paese.

Chiaro? Ma le cose non stanno proprio così. Nel corso dei decenni, e soprattutto negli ultimi anni, molti paesaggi sono stati deturpati da troppe costruzione spesso brutte o costruite contro la legge; molti monumenti sono stati abbandonati al degrado perché i proprietari oppure le amministrazioni delle città non avevano i mezzi per restaurarli. È così che un gruppo di cittadini ha dato origine a questa associazione che raccoglie fondi (cioè denaro) attraverso la quota associativa di tutti coloro che vogliono farsi soci (e non costa molto) e intervengono per restaurare tutte quelle ville, quei castelli, quelle chiese, quei parchi che altrimenti sarebbero condannati alla distruzione.

I luoghi del cuore – In 35 anni sono stati salvati luoghi bellissimi come, per esempio, l’Abbazia di San Fruttuoso in Liguria, Villa Necchi Campigli a Milano, il Castello di Avio in Trentino, Villa dei Vescovi nel Veneto, il giardino di Villa Gregoriana a Tivoli nel Lazio, il giardino della Kolymbetra ad Agrigento in Sicilia. Questi luoghi meravigliosi sono aperti al pubblico e visitabili, quindi sono diventati un patrimonio che appartiene a tutti, giovani e adulti.

Inoltre il Fai ogni anno lancia  una grande iniziativa, un censimento che si chiama “I luoghi del cuore”. Ogni cittadino è invitato a partecipare. Conoscete una valle, una chiesetta, un giardino, un luogo bello che vi è caro perché l’avete visto fin da piccolissimi e magari è in cattive condizioni o è a rischio di distruzione? Allora segnalatelo al Fai che si mobiliterà per cercare di salvarlo.

All’ultimo censimento dei luoghi del cuore hanno partecipato mezzo milione di persone di tutte le età. Anche voi potete farlo, magari facendoti aiutare dai vostri genitori. E chiedete a loro di iscriversi al Fai così potrete visitare con loro tanti posti di fiaba. E ricordatevi una cosa. Salvare un paesaggio o un castello o una chiesa antica in rovina significa salvare il volto d’Italia, la sua storia, la sua memoria. Tutte cose che appartengono a voi, al vostro futuro. Ricordatevi il sito! www.fondoambiente.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su