Aurora Ramazzotti e il “Catcalling”. Ma che cos’è?

catcalling
Aurora Ramazzotti da bambina e adesso. Bellissima!

«Ci rendiamo conto che nel 2021 succeda ancora di frequente il fenomeno del catcalling?». Se lo è chiesto  Aurora Ramazzotti, figlia di Michelle Hunziker e Eros Ramazzotti, nelle sue stories su Instagram, mentre tornava da una corsa in città.

«Sono l’unica che ne è vittima costantemente nonostante mi vesta da maschiaccio? Non appena mi metto una gonna o, come in questo caso, appena mi tolgo la giacca sportiva, perché sto correndo e fa caldo, devo subire fischi e commenti sessisti e altre schifezze. A me fa schifo. Se sei una persona che lo fa, sappi che fai schifo», ha raccontato ai suoi follower.

Aurora Ramazzotti ha anche postato la definizione di cat calling così da far capire bene di cosa si tratta.  Cos’è il catcalling? «Un fenomeno che ha come oggetto complimenti di cattivo gusto rivolti per strada a donne».

Brava Aurora!!

Ma che cos’è il catcalling?

Con i termini “cat” (gatto) e “calling” (chiamare), il catcalling non è altro che la molestia verbale rivolta a ragazze e donne incontrate per strada. Sono i fischi, i commenti, i gesti e anche gli strombazzi in auto o in motorino fino alle avance sessuali in strada, nei  centri commerciali, ai parchi o sui mezzi pubblici. Sono atteggiamenti che non solo non fanno piacere ma anzi! Spesso sono banalizzati e ritenuti semplici apprezzamenti che non hanno niente a che vedere con la  molestia. Beh, non è così. Chiariamo bene che fischi e battute troppo esplicite, non sono un complimento e in moltissimi casi sono percepiti come una vera e propria molestia.

catcalling
La denuncia di aurora Ramazzotti è stata ripresa anche da Time

All’estero il Catcalling è punito

In alcuni paesi all’estero il catcalling è punito. La Francia nel 2018 ha approvato una legge che dichiara punibile il catcalling su strade o mezzi di trasporto pubblico con multe fino a 750 euro, oltre a una mora per comportamenti più aggressivi. Belgio, Portogallo e Paesi Bassi hanno seguito l’esempio della Francia, dichiarando illegali le molestie sessuali verbali. In Germania  Antonia Quell, studentessa di 20 anni originaria di Fulda, ha lanciato una petizione online con lo scopo di rendere il catcalling un reato penale. In Italia non esiste un reato specifico per punire il catcalling.

Le critiche ad Aurora

Moti sono stati gli apprezzamenti per la denuncia che ha fatto Aurora, ma ci sono state anche molte critiche. «Per due fischi il cat calling?», si è stupito qualcuno anche famoso e anche alcune donne… E il problema sta proprio in questo, nel banalizzare quei due fischi e pensare che non siano una molestia fastidiosa per una ragazza. Invece provocano disagio, rabbia, a volte paura e comunque sono un limite alla propria libertà. Quindi sono qualcosa di molto più di «due fischi».

Per una ragazza

  • Non sono apprezzamenti
  • Non sono un approccio piacevole
  • Non sono complimenti
  • Non si sente lusingata
    tanto è vero che in quale paese già sono atteggiamenti multati

Leggi anche
8 marzo, tanti auguri donne! Ma perché?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su