Ammartiamo? Meglio di no. Lo dice la Crusca

L’ammartaggio di Perseverance sul Pianeta Rosso, hanno scritto tanti giornali (e anche noi perché è una parola mooolto divertente!). Ma… suona un po’ strano anche a voi? Ammartaggio per dire lo sbarco su Marte, atterraggio per dire lo sbarco sulla Terra e allunaggio sulla Luna… Ammartiamo? Meglio di no dice la Crusca.

Ammartiamo? Meglio di no dice la Crusca

Secondo l’Accademia della Crusca che sa tutto di tutte le parole che usiamo, ammartaggio si dice, si è detto e scritto ma non ma non sarà una parola sarà utilizzata nel tempo.

Ecco cosa dicono di ammartaggio: «Non è destinato a inserirsi stabilmente nel lessico, perché presupporrebbe per coerenza l’uso dell’astronimo in ogni situazione e azione (al momento perlopiù non plausibile) in cui, sul nostro pianeta, ci trovassimo a nominare terra (*cadere a Marte, *sedere a Marte, *gettare a Marte…). Per non dire della catena di parasintetici cacofonici da tenere in caldo per le future conquiste spaziali: avveneraggio, ammercurare, aggiovaggio, assaturnato… fino ad applutonato».

Atterrati su Marte

Quindi, insomma, a dire «atterrati su Marte» non si sbaglia, né parole né pianeta.

Leggi anche 

1 commento su “Ammartiamo? Meglio di no. Lo dice la Crusca”

  1. Pingback: L'ingegner Terrone fa causa alla Crusca - Il Mio Primo Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su