Semi, frutta fresca e secca, briciole dolci. Basta poco per aiutare gli uccellini a sopravvivere al freddo di questi giorni e alla neve.

Ma cosa si può dare agli uccellini? 

Pettirosso, capinera, passera scopaiola, merlo (insettivori): biscotti, briciole dolci (panettone, plum-cake), frutta fresca

Cinciallegra, cinciarella, picchio muratore (insettivori): frutta secca tritata (noci, nocciole), arachidi non salate, semi di girasole, pinoli sgusciati.

Passero, fringuello, verdone, cardellino (granivori):  semi di girasole, miscele di semi vari (avena, miglio, canapa, frumento), mais spezzato.

Come fare

Il modo migliore – spiega la Lipu –  è allestire una mangiatoia sul balcone, in giardino o nel terreno della scuola.
Esistono mangiatoie già pronte (la Lipu ne propone alcune sul proprio sito web www.lipu.it), altrimenti si può costruire una mangiatoia artigianale, sfruttando materiali riciclati quali un cartone del latte, una bottiglia di plastica, oppure una reticella da riempire con arachidi non salate e frutta secca.

Attrezzare mangiatoie è anche una bella occasione anche per osservare le specie da vicino – afferma Marco Dinetti, responsabile Ecologia urbana della Lipu – Alcune specie insettivore, quali rondini, cuculi e usignoli, sono costrette a partire per la migrazione che le porta in Africa, dove resteranno fino alla primavera successiva. Da noi restano le specie più adattabili in fatto di alimentazione, e altre ancora giungono dal nord Europa per svernare nei paesi che si affacciano sul Mediterraneo”

Leggi anche Come costruire una mangiatoia per gli uccellini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *