17 marzo… il Regno d’Italia

Il 2011 ha una festa nazionale in più: il 17 marzo. Solo e soltanto per quest’anno infatti il 17 marzo 1861 scuole e uffici pubblici saranno chiusi. La data sarà ricordata nei libri di storia ma non sarà più celebrata ufficialmente.

Cosa si ricorda? Il 17 marzo 1861 il re Vittorio Emanuele proclama il Regno d’Italia. Succede a Torino a Palazzo Carignano, nuova sede del parlamento italiano.  Vittorio Emanuele II è il primo re d’Italia dal 1861 al 1878.

Come era l’Italia prima del 17 marzo? L’Italia era divisa in tanti regni. C’era il Regno di Sardegna il Regno delle due Sicilie, il Granducato di Toscana, lo Stato della Chiesa.

Che cosa si festeggia invece il 2 giugno?  Il 2 giugno è la festa della Repubblica.  Il 2 giugno 1946 si tenne in Italia il referendum con il quale gli italiani dovevano scegliere quale forma di governo preferivano tra monarchia e repubblica, dopo la caduta del fascismo. Dopo 85 anni di regno con 12.718.641voti  contro 10.718.502 l’Italia diventava una repubblica e i monarchi vennero esiliati

Sai quante capitali ha avuto l’Italia prima di Roma? Torino 1861-1865 poi Firenze 1865-1871
Cosa si ricorda?
  Il 17 marzo 1861 il re Vittorio Emanuele proclama il Regno d’Italia. Succede a Torino a Palazzo Carignano, nuova sede del parlamento italiano.  Vittorio Emanuele II è il primo re d’Italia dal 1861 al 1878.

Il 2011 ha avuto una festa nazionale in più. Solo e soltanto quell’anno, per i 150 anni, infatti il 17 marzo scuole e uffici pubblici sono rimasti chiusi chiusi. La data sarà ricordata nei libri di storia ma non sarà più celebrata ufficialmente.

Leggi anche…

 

Per saperne di più..

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su